Andrea Malabaila

L'amore ci farà a pezzi

(Azimut, 2009)

Lui ha ventisette anni ed è stato una promessa (mai mantenuta) del tennis italiano. Lei è una tennista tedesca che ha deciso di allenarsi per un anno in Italia. Lui è bloccato dalle aspettative degli altri e dalle occasioni mancate. Lei è curiosa e vive ogni giorno come una nuova opportunità. Le loro vite si incrociano con la complicità di Internet e prendono entrambe una direzione inaspettata: quello che lui vede come il proprio possibile riscatto, per lei è un bivio tra la sicurezza di un rapporto consolidato da anni e il desiderio di non accontentarsi mai. Ne nasce una storia in cui il gioco del tennis sembra funzionare come perfetta metafora della vita e dell’amore. Ma il continuo rimpallare questo amore, di dritto e di rovescio, finisce per ipnotizzare il protagonista, fino a fargli perdere il senso del tempo e, forse, della realtà stessa.

Curiosità
  • Le prime pagine sono state scritte nel maggio 2005.
  • Il titolo durante la lavorazione è passato da “La grande truffa dell’amore” a “L’amore ci farà a pezzi”. In omaggio a una celebre canzone dei Joy Division.
  • Inizialmente si trattava di racconti collegati, uno dei quali è stato anche pubblicato in un’antologia. Solo in una successiva riscrittura è diventato un romanzo.
  • Nella penultima versione iniziava con una lettera del dottore che ha in cura Andy, ma l’editore consigliò di toglierla per evitare un effetto in stile “La coscienza di Zeno”.
  • Il tour promozionale ha coinvolto scrittori come Dario Buzzolan (a Roma), Gianluca Morozzi (a Bologna), Eliselle (a Reggio Emilia), Fabio Geda (a Torino), Gabriele Dadati (a Piacenza).