Tre anni fa usciva “La parte sbagliata del paradiso” per Fernandel. Sono affezionato a tutte le mie storie, ma a questa lo sono in maniera particolare perché credo che sia il mio romanzo più compiuto.

Ho deciso di festeggiare con un #giveaway: regalo una copia del romanzo con dedica e autografo alla prima persona che risponderà correttamente (qui o sulla mia pagina Facebook) a questa domanda.

Il titolo del libro è un omaggio a quale scrittore?

Avete tempo fino alle 24.00.

Non avete vinto? Approfittate della promozione: “La parte sbagliata del paradiso” autografato a 5 euro (spese di spedizione comprese), fino a esaurimento scorte.

Copertina La parte sbagliata del paradiso

La parte sbagliata del paradiso

(Fernandel, 2014)

Quando Ivan conosce Valentina, la splendida e viziata figlia del suo capo, è soltanto un giovane operaio che lavora in un’azienda metalmeccanica. Lui, che nella vita si è sempre accontentato, decide di darsi da fare per conquistarla e trova un’idea commerciale che presto si rivelerà vincente. Ma Valentina è impegnata, lontana e soprattutto piena di blocchi emotivi.
Dopo un lungo tira e molla i due iniziano una relazione, e per Ivan (che Valentina ribattezza “Ivano”, un nome che per lei significa possesso e appartenenza al gruppo) comincia una nuova vita, in cui l’entusiasmo della ragazza lo trascina in un’esistenza fatta di eccessi. Mentre tutti si sacrificano per far fronte alla crisi, loro continuano a vivere una festa che sembra senza fine, anche se alla lunga i problemi economici si fanno insostenibili…
Sono trascorsi dieci anni dal loro primo incontro, e Ivano sta per essere scacciato dal paradiso che si era illuso di conquistare.

Curiosità
  • La storia di questo romanzo è nata, tutta insieme, nella notte del 16 aprile 2012, esattamente due anni prima della sua uscita in libreria.
  • Il titolo durante la lavorazione è cambiato più volte: “Nati su un’altra nuvola”, “Paradiso A/R”, “Il lato sbagliato del paradiso”, fino alla modifica finale suggerita dall’editore Giorgio Pozzi.
  • È stato semifinalista al torneo IoScrittore di GEMS, nel 2013.
  • È il mio secondo romanzo a uscire anche in e-book.